PS PAT

0
171

Di fronte ad una situazione eterogenea ed in continua trasformazione, quale quella delle dipendenze, diventa importantissimo poter fornire risposte altamente individualizzate e che abbiano, nella “territorialità”, uno dei cardini di riferimento. Le comunità residenziali, indubbiamente una delle risposte principali, tendono ora a delinearsi come strumento “necessario, ma non sufficiente”, laddove, ai fini di interventi risolutivi, si evidenzia il bisogno, sempre crescente, di affiancare a quelle residenziali, fasi di programma terapeutico in accompagnamento territoriale.

Nel corso degli anni è aumentata di numero la fascia di utenza per la quale la comunità non è più proponibile a causa di ripetuti fallimenti, o che, da sola, non è sufficiente al raggiungimento di obiettivi in cui si evidenzia il bisogno di un intervento maggiormente legato al territorio. A questo si è aggiunta la crescente domanda proveniente da persone sufficientemente integrate a livello sociale e lavorativo, con tipologie di dipendenza e di stili di consumo tali da non giustificare un tipo di intervento così ristrutturante. In tali casi, si ritiene maggiormente utile lo sviluppo di percorsi semiresidenziali altamente individualizzati, nei quali la persona viene accompagnata da educatori (tutor) nel raggiungimento di obiettivi individuati, continuando a vivere nel proprio territorio di appartenenza. Il PS/PAT (Percorsi Semiresidenziali/Programma di Accompagnamento Territoriale)  si caratterizza, quindi, come un percorso volto a fornire risposte alle persone per le quali non è utile, non è proponibile o, semplicemente, non è sufficiente un inserimento in comunità residenziale.

 

Il servizio PS/PAT è regolato da una convenzione tra l’Azienda USL n.2 della Regione Umbria e la Cooperativa Sociale Comunità La Tenda, in materia di trattamenti integrati di tipo residenziale e semiresidenziale rivolti a persone con problematiche di dipendenza.

Il PS/PAT si rivolge a persone in carico al Dipartimento delle Dipendenze della USL Umbria 2 che si impegnino a rispettare il progetto globale predisposto dal Servizio Pubblico inviante ed è in grado di accogliere, contemporaneamente, 20 utenti di ambo i sessi e senza vincolo di nazionalità.

Il servizio è attivo tutti i giorni feriali dell’anno. Gli operatori, definiti tutor, sono dotati di un telefono cellulare il cui recapito viene fornito a tutti gli utenti, ai professionisti dei Servizi USL Umbria 2 e a quelli con i quali collaborano, al fine di essere reperibili, all’interno della giornata, dalle ore 8 alle ore 20.

Il lavoro dell’équipe del PS/PAT si fonda sul modello definito dal documento “Linee metodologiche dell’intervento educativo nella Comunità La Tenda”, redatto dalla Direzione della Cooperativa.

La metodologia si basa sulla strutturazione di programmi territoriali individualizzati, fondati sulla condivisione dell’informazione e sulla collaborazione attiva tra i vari Servizi.

Il modello considera e valorizza la persona accolta nella sua globalità, tenendo conto del sistema relazionale e ambientale cui appartiene e si articola attorno ad alcuni punti sostanziali:

  • la semiresidenzialità/territorialità;
  • il lavoro d’équipe, la co-progettazione, la co-gestione;
  • i tutor: educatori già formati nel campo delle dipendenze che, fin dalle fasi iniziali, accompagnano la persona lungo tutto il percorso;
  • il coinvolgimento dell’utente fin dalle fasi progettuali;
  • il passaggio da “un’ottica lineare” al “lavoro sui processi”;
  • percorsi costruiti per obiettivi di sviluppo.

 

La Carta del Servizio e il Programma sono scaricabili nell’area Download del sito.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here